Il pilota folignate riparte proprio da dove si era fermato lo scorso anno, confermando di essere l’uomo da battere in classe R4 e conquistando il terzo gradino del podio nella classifica assoluta di gara. Le condizioni avverse del fondo confermano l’ottimo rendimento del pacchetto Mitsubishi Evo IX-Pirelli.

Va in archivio anche l’edizione 2017 della Ronde Valtiberina – Città di Arezzo, valida come penultimo appuntamento del campionato Raceday Ronde terra 2016/17 e condotta dall’equipaggio Fanari – Stefanelli sempre all’attacco sin dal primo tratto cronometrato del mattino. Al volante della Mitsubishi Evo IX di classe R4 del Team Bianchi, condotta vittoriosamente negli anni passati dal rallysta riminese Pucci Grossi scomparso prematuramente, Francesco Fanari mostrava sino in fondo la grinta e la voglia di ben figurare in una gara in cui ha sempre ottenuto il massimo rendimento. Partito sin dal primo crono con il passo giusto, nonostante le difficili condizioni del tracciato che, dopo le forti piogge dei giorni precedenti, risultava davvero selettivo, Fanari si insediava subito al vertice della classe R4 e sul terzo gradino del podio assoluto. Il pacchetto vettura – pneumatici garantiva all’equipaggio umbro – sanmarinese un buon feeling e al trascorrere dei chilometri di gara nessun avversario era in grado di intaccare la leadership di classe. Il perfetto set-up della vettura si rivelava l’arma migliore per il folignate che neppure un attimo pensava di cedere il passo a vetture di classe superiore che tentavano di strappargli la posizione assoluta in risalita. Progressivamente in peggioramento a causa delle condizioni sempre più difficili, i crono nei vari passaggi della prova speciale intitolata dagli organizzatori proprio al compianto “Pucci” che portavano all’arrivo la Mitsubishi numero 22, forte di una bella vittoria di classe e di un importantissima terza piazza assoluta.

“ ritornare sul podio assoluto di gara ad Arezzo è per me sempre un’immensa soddisfazione, farlo con un bel ritmo gara nell’anno del ricordo a Giuseppe Pucci Grossi poi mi riempie di gioia. Non era facile oggi rimanere in strada ma con il giusto feeling io e Silvio siamo riusciti ad esprimerci al massimo sfruttando sino all’ultimo gli oltre trecento cavalli a disposizione. Il risultato ci da la giusta motivazione per affrontare l’ultima gara della serie Raceday che si terrà tra un mese a Volterra (PI) e in cui potremo tirare la somme del campionato 2016/17.” Dichiarava Fanari all’arrivo.

Ufficio Stampa

Giorgio Sisani – giorgiobeta@libero.it