Ennesima vittoria di classe R4 per il folignate che al Liburna Terra (PI) mette in archivio l’edizione 2015/16 del Challenge Raceday Terra.
La quarta piazza assoluta e il primato di classe gli permettono di concludere al terzo gradino del podio in campionato. Solo una foratura sul primo passaggio di Ulignano gli nega la possibilità di scalare ulteriori posizioni in gara.
Francesco Fanari e Silvio Stefanelli, ormai veterani della serie dedicata alle sole gare su fondo sterrato, concludono la stagione di Raceday con un ottimo bis: terza posizione in campionato e di raggruppamento. Il risultato di Volterra chiude infatti il sipario sulla stagione dei due alfieri della Mitsubishi Evo IX by PB Racing – Scuderia Malatesta impegnati per il primo anno con la vettura in configurazione R. La cronaca di gara vede la partenza del folignate subito all’attacco già dal primo settore selettivo, in cui paga poco più di tre secondi dal diretto avversario Dalmazzini che, come lui, cercava sin da subito un ritmo serrato. La seconda speciale era decisiva per il driver Mitsubishi che proprio sugli ultimi due chilometri bucava l’anteriore sinistra lasciando così secondi preziosi sul campo a favore dei suoi avversari. Sostituita la gomma il duo Fanari-Stefanelli era costretto ad attaccare pur dovendo gestire i soli cinque pneumatici restanti a disposizione per tutta la gara; la nuova normativa che indica il numero massimo di gomme da utilizzare ha infatti condizionato sensibilmente la gara di tutti gli equipaggi, con la classifica assoluta che subiva ribaltoni ad ogni prova. Fanari sempre nella top ten nei diversi crono risaliva gradualmente verso i piani più alti della classifica che al termine delle sei prove speciali li vedeva in quarta piazza assoluta detentori del miglior tempo complessivo di classe R4.
Si conclude così per Fanari e Stefanelli l’ottava edizione del campionato dedicato alle sole gare su terra che ha visto per tutti gli appuntamenti la serrata sfida tra i partecipanti alle classi di raggruppamento B Raceday. Proprio i concorrenti di questo raggruppamento hanno poi composto la classifica finale che vede il rallista umbro conquistare il terzo gradino del podio alle spalle di Tempestini e Dalmazzini. Il livello mostrato, sempre al vertice, ha portato ben cinque vittorie di classe R4 su sei partecipazioni con l’unico neo il ritiro per noie meccaniche avvenuto al rally Balcone delle Marche, senza il quale la classifica avrebbe assunto altra connotazione.
Archiviato il Raceday il mirino di Fanari punterà ora al Trofeo Rally Terra che ha visto l’esordio proprio al Liburna nel quale il “terraiolo” umbro ha ottenuto una lusinghiera seconda posizione assoluta.