Francesco Fanari e la sua Mitsubishi Evo IX PB Racing arrestano la loro corsa alla Ronde Valtiberina (AR) sul secondo passaggio della prova speciale dell’ Alpe di Poti. Una staccata di poco ritardata fa scivolare la vettura al di sotto della sede stradale e per la coppia Fanari – Stefanelli la gara termina li.La Ronde Valtiberina si conclude anzitempo con la vettura appoggiata all’esterno di una curva a meno di 2 km dal fine prova, quando l’equipaggio si apprestava a portare a termine uno scratch di assoluto valore, confermato da un tempo all’intermedio in netto miglioramento rispetto al primo passaggio. Il crono fatto segnare in apertura 11’27” piazzava Fanari e Stefanelli in terza posizione assoluta e al vertice di classe N4; il ritmo non sembrava però soddisfare i due che, nella ripetizione dei 14 kilometri cronometrati, andavano all’attacco del leader Cobbe e del primo inseguitore Grossi. Il fondo stradale molto veloce risultava però particolarmente insidioso, soprattutto nella parte in discesa e una stretta curva a sinistra risultava fatale agli attuali leader di gruppo N che non potevano far altro che mostrare bandiera bianca.L’ultimo appuntamento, in occasione della Ronde Liburna terra (PI) 11 e 12 aprile,  sarà dunque decisivo per l’assegnazione del titolo di classe C Raceday che vede Fanari ora al vertice con un solo punto sul più diretto inseguitore Arminen. Decisivi saranno così i risultati dell’ultima gara, ai quali bisognerà poi applicare gli scarti di punteggio obbligatori.