Vittoria di classee settimo assoluto per il finale di Radicofani (SI) al termine di sei prove speciali combattute con gli avversari a suon di decimi. Francesco Fanari mette così in cascina punti preziosi per il campionato Raceday Ronde Terra 15/16 che ha portato in scena i “terraioli” per il secondo appuntamento della serie.Navigato dal fido Silvio Stefanelli il driver umbro ha concluso con la vittoria di classe pur recriminando una piccola uscita di strada senza conseguenze sull’ultimo dei tratti cronometrati, quello della p.s. San Casciano dei Bagni, quando all’attacco per mantenere la quinta posizione finiva a bordo strada perdendo secondi preziosi. Sino ad allora costantemente in lotta tra la quarta e la quinta posizione assoluta e saldamente leader della classe R4, l’equipaggio della Mitsubishi Evo IX by PB Racing gommata Pirelli conduceva una gara di alto livello dovendo cedere il passo nell’assoluta solo all’atto conclusivo.

 Già al mattino apparivano subito chiare le intenzioni dei contendenti che mettevano in scena una serrata lotta per i piani alti della classifica; le prime posizioni vedevano infatti un continuo scambio di concorrenti con il duo umbro – sanmarinese a vender cara la pelle sulle due speciali di Radicofani e San casciano dei Bagni. Il tutto confermato dalla classifica finale che distribuiva i primi 7 equipaggi in un solo minuto al termine dei 45 km di tratti cronometrati.Francesco Fanari con il piazzamento di Radicofani mantiene la leadership del raggruppamento B Raceday e conquista la terza piazza nell’assoluta di campionato che, come da tradizione si dimostra già alle prime due gare combattuto e molto ben frequentato. “quella di oggi è stata proprio una bella battaglia, era impossibile risparmiarsi dei colpi e sin dal mattino ho cercato di prendere il ritmo giusto. Se nella prova lunga riuscivo ad attaccare lungo tutta la discesa, diverso era nella San Casciano dei Bagni in cui le dimensioni della mia Mitsu mi costringevano a perdere un pò il ritmo nei tratti più stretti. Proprio sull’ultimo passaggio di San Casciano per una piccola divagazione perdevo secondi preziosi e due posizioni, riuscendo tuttavia a gestire il secondo di classe R4 e precederlo all’arrivo.” Dichiarava sul palco di Radicofani il folignate.