Con i Decreti legislativi del 21/03/2022 all’ art. 3 comma 1, del 17/05/2022 all’ art. 2 comma 3, del 09/08/2022 art. 6 comma 3 e del 23/09/2022 art 1 comma 3, è stato stabilito un Contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas. Ai fini della fruizione del credito d’imposta, unicamente in caso l’impresa destinataria del contributo negli anni  2022 e 2019 si sia rifornita di energia elettrica presso +energia spa, potrà essere inviata una formale richiesta di calcolo all’indirizzo di posta elettronica certificata servizioclienti@pec.piuenergiaelettrica.it. Il credito di imposta del secondo e del terzo trimestre 2022 è pari al 15% della “Spesa per l’energia” ed è riservato ad imprese titolari di forniture dotate di una potenza disponibile pari o superiore a 16,5kW. Il credito di imposta del bimestre ottobre-novembre 2022 è stato incrementato al 30% della “Spesa per l’energia” ed è riservato ad imprese titolari di forniture dotate di una potenza disponibile pari o superiore a 4,5kW.

Fermo restando il diritto del cliente alla fruizione del contributo, il fornitore non potrà effettuare il calcolo in caso di punti di prelievo non attivi per l’intero periodo di riferimento del singolo Decreto, anni 2019 e 2022. In tali casi, il cliente potrà rivolgersi al soggetto che lo assiste nella gestione fiscale.

Per il calcolo relativo al 2° trimestre 2022, la richiesta potrà essere trasmessa in qualsiasi momento a partire da Agosto 2022, mentre per il calcolo del e 3° trimestre 2022, la medesima richiesta potrà essere trasmessa a partire da Ottobre 2022.

Per il calcolo del bimestre ottobre e novembre 2022 si potrà  inviare la richiesta a Dicembre 2022.

Il termine per l’utilizzo dei crediti di imposta energia del secondo trimestre 2022 è il 31.12.2022.

Il termine per l’utilizzo del credito di imposta del terzo trimestre 2022, nonché del bimestre ottobre-novembre 2022, è fissato al 31.03.2023.

Le PA non possono accedere all’agevolazione.

D.L. 21/03/2022 (secondo trimestre)

1. Alle imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenzadisponibile pari o superiore a 16,5 kW, diverse dalle imprese a forteconsumo di energia elettrica di cui al decreto del Ministro dellosviluppo economico 21 dicembre 2017, della cui adozione e’ stata datacomunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.300 del 27 dicembre 2017, e’ riconosciuto, a parziale compensazionedei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l’acquisto dellacomponente energia, un contributo straordinario, sotto forma dicredito di imposta, pari al 12 per cento della spesa sostenuta perl’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nelsecondo trimestre dell’anno 2022, comprovato mediante le relativefatture d’acquisto, qualora il prezzo della stessa, calcolato sullabase della media riferita al primo trimestre 2022, al netto delleimposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento delcosto per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzomedio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

D.L. 17/05/2022(secondo trimestre)

3. Il contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta,fissato dall’articolo 3, comma 1, del decreto-legge n. 21 del 2022,nella misura del 12 per cento e’ rideterminato nella misura del 15per cento. Agli oneri derivanti dal presente comma, valutati in215,89 milioni di euro per l’anno 2022, si provvede ai sensidell’articolo 58.

D.L. 09/08/2022 (terzo trimestre)

3. Alle imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenzadisponibile pari o superiore a 16,5 kW, diverse dalle imprese a forteconsumo di energia elettrica di cui al decreto del Ministro dellosviluppo economico 21 dicembre 2017, della cui adozione e’ stata datacomunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.300 del 27 dicembre 2017, e’ riconosciuto, a parziale compensazionedei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l’acquisto dellacomponente energia, un contributo straordinario, sotto forma dicredito di imposta, pari al 15 per cento della spesa sostenuta perl’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nelterzo trimestre dell’anno 2022, comprovato mediante le relativefatture d’acquisto, qualora il prezzo della stessa, calcolato sullabase della media riferita al secondo trimestre 2022, al netto delleimposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento delcosto per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzomedio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

D.L. 23/09/2022 (ottobre-novembre 2022)

3. Alle imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenzadisponibile pari o superiore a 4,5 kW, diverse dalle imprese forteconsumo di energia elettrica di cui al decreto del Ministro dellosviluppo economico 21 dicembre 2017, della cui adozione è stata datacomunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.300 del 27 dicembre 2017, è riconosciuto, a parziale compensazionedei maggiori oneri effettivamente per l’acquisto dellacomponente energia, un contributo straordinario, sotto forma dicredito di imposta, pari al 30 per cento della spesa sostenuta perl’acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata neimesi di ottobre e novembre 2022, comprovato mediante le relativefatture d’acquisto, qualora il prezzo della stessa, calcolato sullabase della media riferita al terzo trimestre 2022, al netto delleimposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento delcosto per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzomedio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.

CESSIONE DEL CREDITO DI IMPOSTA

+energia si rende disponibile a divenire cessionaria del credito di imposta calcolato secondo quanto previsto dai Decreti Legislativi di cui sopra.

A tal fine, il cliente potrà rivolgersi al Suo commercialista di fiducia o ad altro soggetto incaricato della Sua gestione fiscale, che provvederà alla trasmissione del modello per la cessione dei crediti di imposta completo di visto di conformità.

Il fascicolo contenente il modello per la cessione, documentazione attestante il rilascio del visto di conformità e di documenti giustificativi delle spese che danno diritto al credito di imposta, potrà essere trasmesso a mezzo posta elettronica certificata con firma digitale del legale rappresentate dell’impresa(cedente) all’indirizzo di posta elettronica certificata servizioclienti@pec.piuenergiaelettrica.it.

La cessione consentirebbe di scontare il relativo importo sul pagamento delle fatture.

In caso il cliente fosse interessato, avrà come termine ultimo per la presa in carico della domanda di cessione da parte dell’Agenzia delle Entrate il 10.11.2022 o il 10.12.2022.

Cessioni prese in carico successivamente al 10.12.2022 potrebbero non essere accolte dall’Azienda.